Home » Info » Glossario » Agriqualità
GustoToscano.com
Cerca

Glossario

Agriqualità

(06 settembre 2006)
Printer Friendly Page  Versione stampabile
Send this Story to a Friend  Invia ad un amico
Agriqualità
Agriqualità è un marchio creato dalla Regione Toscana per identificare e promuovere i prodotti agroalimentari realizzati con tecniche di agricoltura integrata.

L'agricoltura integrata è un metodo di produzione che prevede l'adozione di tecniche compatibili con la conservazione dell'ambiente e la sicurezza alimentare attraverso la minimizzazione dell'uso di prodotti chimici di sintesi e il controllo dell'intero processo produttivo.

L'agricoltura integrata mira alla conservazione del suolo e di tutte le risorse non rinnovabili, per cui i principi su cui si basano le operazioni colturali consentite sono volti al contenimento dell'erosione, al mantenimento della fertilità del terreno attraverso rotazione delle colture e sovesci, minimizzando le fertilizzazioni con prodotti di sintesi e le operazioni di diserbo chimico.

Raccomanda una oculata gestione dell'irrigazione e sancisce il divieto di impiegare materiali provenienti da Organismi Geneticamente Modificati. La difesa delle colture è affidata alle tecniche tipiche della cosiddetta lotta integrata, prediligendo l'utilizzo di varietà resistenti o tolleranti alle avversità, di seme e materiale di propagazione certificato come sano, favorendo le popolazioni di predatori e animali utili nel tenere sotto controllo gli insetti dannosi, impiegando trappole di vario tipo per la cattura degli stessi insetti e facendo ricorso a prodotti naturali a basso impatto ambientale come previsto dal Regolamento comunitario sull'agricoltura biologica,.

L'uso di fitofarmaci chimici di sintesi è riservato esclusivamente ai casi in cui non sia possibile in alcun modo impiegare mezzi alternativi e comunque è stabilita una quantità massima di dosi e di interventi consentiti. Per quanto riguarda la zootecnia, i prodotti destinati all'alimentazione degli animali devono essere ottenuti per la maggior parte all'interno dell'azienda e derivare anch'essi da agricoltura integrata; agli animali devono essere garantiti lo spazio necessario e la possibilità di muoversi liberamente, almeno per certi periodi e secondo le specifiche necessità. Sono previste disposizioni particolari per quanto concerne la profilassi e la cura di eventuali malattie, nonché per garantire il più possibile il benessere degli animali e ridurre al minimo le pratiche stressanti o crudeli anche nei momenti del trasporto e della macellazione.

Una particolare attenzione è riservata al mantenimento della tracciabilità dei prodotti, sia vegetali che animali, durante tutte le fasi di produzione fino alla commercializzazione.

Il Marchio "Agriqualità" è disciplinato dalla Legge Regionale n.25/99 ed è concesso in uso dalla Regione Toscana alle aziende che certificano, a proprie spese, il rispetto di disciplinari di produzione integrata messi a punto dall'ARSIA. Il disciplinare è la norma fondamentale che indica ciò che è consentito fare per ogni produzione.

Etichetta

Su tutte le confezioni dei prodotti "Agriqualità" è applicato un contrassegno contenente:

- il logotipo della farfalla bianca;

- il marchio della Regione Toscana e la dicitura "Marchio rilasciato dalla Regione Toscana";

- la scritta "Certificato ai sensi della LR 15/4/99 n.25;

- il nome dell'Organismo di controllo che ha rilasciato la certificazione e l'autorizzazione all'apposizione del marchio;

- gli estremi dell'avvenuta autorizzazione dello stesso Organismo di controllo da parte della Regione Toscana;

- il codice attribuito al prodotto dall'Organismo di controllo al momento dell'autorizzazione all'apposizione del marchio.

E' facoltà del concessionario del marchio riportare anche l'indicazione del luogo geografico di produzione. In altre parole sarà possibile trovare, per esempio, la menzione

- "prodotto in Toscana"

che sta a indicare l'origine dell'intero prodotto o della materia prima principale.

Controllo marchio Agriqualità

La certificazione è affidata a Organismi di controllo privati accreditati UNI-EN/45011, autorizzati dalla Regione Toscana. Essi effettuano le verifiche iniziali necessarie per la concessione in uso del marchio al soggetto richiedente; in seguito ispezionano i concessionari almeno una volta all'anno per verificare il rispetto dei disciplinari di produzione e di quanto altro previsto dalla normativa in questione.

All'ARSIA spetta il compito di vigilare sull'operato degli Organismi di controllo anche attraverso l'ispezione diretta presso un campione di concessionari del marchio.

I prodotti

I primi prodotti a marchio "Agriqualità" disponibili sul mercato sono la pasta e il pane.

Clicca qui per conoscere l'elenco dei concessionari del marchio.



Voci del glossario

A - B - C - D - E - F - G - H - I - J - K - L - M - N - O - P - Q - R - S - T - U - V - X - Y - Z

Altri articoli
 Cous cous
 Bastardella
 Pirottini
 Agricoltura biologica
 DOC
 DOCG
 IGP
 DOP
Ricette tipiche toscane
Seppie in inzimino Secondi piatti
Seppie in inzimino
Le seppie in inzimino sono uno dei grandi piatti tipici toscani, preparato soprattutto a Firenze e che ancora oggi gode di grande popolarità. Lo "zimino" è un condimento classico a base di verdure usato in ...

Ricette con il cioccolato
Soufflè al cioccolatoDolci e biscotti
Soufflè al cioccolato
Il soufflè al cioccolato è un dolce sofisticato, che si presta per la conclusione anche di una cena importante. Questa ricetta propone una delle tante variazioni sul tema, ed utilizza un impasto contenente...